grazie

Gracias a la vida, que me ha dado tanto
Me dió dos luceros, que cuando los abro
Perfecto distingo, lo negro del blanco
Y en el alto cielo, su fondo estrellado
Y en las multitudes, el hombre que yo amo

Gracias a la vida, que me ha dado tanto
Me ha dado el oído, que en todo su ancho
Graba noche y día, grillos y canarios
Martillos, turbinas, ladridos, chubascos
Y la voz tan tierna, de mi bien amado

Gracias a la vida, que me ha dado tanto
Me ha dado el sonido, y el abecedario
Con el las palabras, que pienso y declaro
Madre, amigo, hermano y luz alumbrando
La ruta del alma del que estoy amando

Gracias a la vida, que me ha dado tanto
Me ha dado la marcha de mis pies cansados
Con ellos anduve ciudades y charcos
Playas y desiertos, montañas y llanos
Y la casa tuya, tu calle y tu patio

Gracias a la vida, que me ha dado tanto
Me dió el corazón, que agita su marco
Cuando miro el fruto del cerebro humano
Cuando miro el bueno tan lejos del malo
Cuando miro el fondo de tus ojos claros

Gracias a la vida, que me ha dado tanto
Me ha dado la risa y me ha dado el llanto
Así yo distingo dicha de quebranto
Los dos materiales que forman mi canto
Y el canto de ustedes, que es el mismo canto
Y el canto de todos, que es mi propio canto

Gracias a la vida, que me ha dado tanto.

..l’infelicità del perfezionista..

frammenti

 

Tratto da “lo sguardo di Eva” di P.Oderda

“E’ umano cercare la perfezione, desiderare che tutto risponda nei minimi dettagli ai propri progetti, ai propri sogni. Le cose ben fatte danno un’indubbia gratificazione. Ma ostinarsi nel ricercarla a tutti i costi, la perfezione, accanirsi per realizzarla contro ogni ragionevole evidenza, diventa una malattia dell’anima. E una fonte di sofferenza, perché non tutto, non sempre, andrà come tu vuoi. Il perfezionismo imprigiona dentro uno schema che non funzionerà mai, e rende infelici e sofferenti anche a livello fisico. Non è la ricerca della perfezione a darci la felicità. La felicità non consiste in quello che cerchiamo e che forse non raggiungeremo mai, ma in quello che troviamo sulla strada di ogni giorno e che sappiamo godere con animo fanciullo. Ostinarsi a inseguire la perfezione diventa un ostacolo a questa possibilità di cogliere i barlumi di gioia, i momenti di serenità…

View original post 60 more words

buoni propositi

“la vita accade: cerca comunque il sole, sempre” (cit.)

14702336_10209238581794104_5605892569010119480_n

sorrisi

                           Abbiamo tutti un gran bisogno di sorrisi

14504642_1174901035913979_4038293552105521152_n

gli effetti collaterali delle fiabe

untitled

… già il titolo è accattivante. La scrittura è veloce e precisa, densa. I dialoghi ben costruiti. Dei personaggi ci s’innamora a prima vista. E’ un romanzo rosa, di quelli che cominci e leggi d’un fiato, col sorriso sulle labbra. Un libro che ti cattura, un libro che ti regala qualche ora di leggerezza sana. Un bel libro.

dove?

dance-628734_960_720

Dove sta il coraggio di ripartire?

Tra le pieghe di lenzuola fragili,

nei respiri che innaffiano la gola,

sciolto nella tisana di melissa,

intrecciato a parole, abbracci, note?

Dove sta la forza per ripartire?

senza titolo

yacht-802319_960_720

Ora navigo a vista

di stagione in stagione

baratto arcobaleni

con gelati al limone

 

.Alda Invernizzi