storia di Target

Target è una cagnolina di razza indefinita  

Vive in Afghanistan,  in una base americana al confine col Pakistan, e condivide con i militari le missioni quotidiane. Lo scorso febbraio si scaglia, insieme ad altri cani che abitano la base, contro un attentatore suicida e gli impedisce di raggiungere  l’interno. L’esplosione avviene comunque  ma non uccide nessuno. Solo un altro cane muore per le ferite riportate. Target torna in America, celebrata come un eroe di guerra: i giornali e la televisione le dedicano articoli e servizi. Adottata proprio da uno dei militari che erano stati testimoni della sua impresa, si abitua gradualmente ad una nuova vita, circondata da affetto e cure. Una settimana fa però fugge dal giardino della sua casa e un accalappiacani la cattura. Il canile pubblica la sua foto online, procedura che viene seguita abitualmente per tutti i cani smarriti che vengono ritrovati senza microchip e senza targhetta identificativa e il suo padrone la rintraccia così facilmente; ma quando si presenta per riportarla a casa scopre che, erroneamente scambiata per un altro cane, è stata uccisa poco prima con un’iniezione letale. La notizia è  subito ripresa da quasi tutta la stampa americana, che di Target nei mesi scorsi aveva parlato molte volte celebrandone il coraggio e la fedeltà.

Target era una generosa cagnolina di razza indefinita

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s