10 regole

10712960_1489739374619775_8572224822642165937_n

da: http://www.huffingtonpost.it/mo-seetubtim/10-regole-per-una-vita-positiva_b_6750304.html?ref=fbpr

10 regole da seguire per una vita positiva 

 

  1. Stare bene con se stessi.

Il primo passo verso la felicità è stare bene con se stessi. Tutti abbiamo dei difetti. Nessuno è perfetto. Accettatevi per come siete venuti al mondo qualsiasi siano la vostra storia, la vostra pelle, il vostro naso, i vostri occhi, i capelli, le lentiggini, il seno o le vostre misure “più intime”. Dovete accettarvi per come siete ed amarvi. E’ la prima causa di infelicità. Se non siete a posto con voi stessi, farete di questo problema la vostra più grande preoccupazione che sarà al centro dei vostri pensieri quotidiani. Uccide la vostra autostima, la fiducia in voi stessi e la felicità che ognuno ha dentro di sé. La relazione con noi stessi è la più importante e se non riuscite a risolvere la questione, continuerete ad arrovellarvi il cervello. Se lo trovate difficile perché gli altri vi discriminano o vi giudicano, state alla larga dalla persone superficiali e chiuse. Voi siete migliori di così. Dimostrate a loro e a voi stessi, che siete in gamba e pieni di talento in tantissimi altri modi. Circondatevi di persone che condividono i vostri valori e lasciate perdere quanti hanno un atteggiamento negativo.

  1. Siate grati per ciò che avete e non paragonatevi mai agli altri.

Non sarete mai davvero felici se continuate a guardare altrove e a desiderare ciò che non avete. L’erba del vicino sembra sempre più verde, ma questo non vuol dire che lo sia davvero. Se continuate a desiderare, a sperare, aspettarvi qualcos’altro e non siete contenti di ciò che già avete sarete sempre tristi, credendo che manchi qualcosa alla vostra vita. Ancor peggio se vi paragonate continuamente agli altri, desiderando che la vostra vita, i vostri corpi, la vostra famiglia e il vostro partner siano come i loro, vi sentirete bruciare d’invidia. Paragonarsi agli altri in modo sano ed avere dei valori di riferimento con cui misurare successi e traguardi può essere stimolante, ma farlo consumati dall’invidia non lo sarà affatto. Se riuscite a vivere semplicemente e dare valore a ciò che avete, riconoscendo che siamo tutti diversi, se riuscite a smettere di paragonarvi agli altri, potrete vivere con gioia e felicità la vostra vita quotidiana.

  1. Cercate il lato positivo in ogni situazione.

Nella vita le situazioni spiacevoli e incontrollabili sono sempre dietro l’angolo. Potete scegliere di sentirvi infelici, infastiditi, arrabbiati o stressati oppure ribaltare la situazione e concentrarvi sul suo lato positivo. Potete scegliere di restare imbrigliati in una circostanza negativa o lasciar scorrere, andare avanti e ricominciare. Imparate da un fallimento o da una brutta esperienza e non ripetete più lo stesso errore. Le battute d’arresto hanno sempre qualcosa da insegnarci. Senza difficoltà non si può crescere. Prendetela come un’opportunità per allenare la vostra mente ad essere più forte, più resiliente e più preparata ad affrontare le situazioni che la vita vi presenta.

  1. Abbandonate la vostra smania di controllo.

Il controllo vi fa sentire al sicuro. Ma allo stesso tempo, insieme al controllo perdete anche la libertà. Vi disorienta, vero? Quando cercate di controllare la vostra vita, le situazioni e talvolta anche le persone, lo fate per sentirvi più sicuri. Tuttavia, nel momento stesso in cui vi sentite sicuri perché avete in mano la situazione, in realtà state perdendo il controllo di voi stessi e, molto probabilmente, anche degli altri. Questo accade perché si diventa dipendenti dalla sensazione del controllo. Può farvi impazzire perché non tutto va sempre come avete pianificato. Provare a controllare ogni cosa non solo allontanerà gli altri (e questo vi getterà nel panico ancora di più) ma vi impedirà di raggiungere la felicità che viene da voi stessi.

  1. Lasciate perdere il rancore.

Molto spesso vi aggrappate alla vostra ira nella convinzione che questo turberà le persone con cui siete arrabbiati e farà capire loro che vi hanno fatto qualcosa di male. La verità è che vi state appigliando a qualcosa che vi brucia dentro. Quando siete in collera con qualcuno il dolore ricade più su di voi che sulla persona che vi ha fatto infuriare. Quando odiate avete un fuoco in testa. Non importa cosa vi abbiano fatto, se vi abbiano ferito, trattato con superbia, sottostimato, pugnalato alle spalle, approfittato di voi o tradito… quando covate odio, covate anche dolore. Solo quando imparate a lasciarlo andare, liberate la vostra anima dalla sofferenza. Non conta cosa abbia portato gli altri a ferirvi, la miglior cosa da fare è lasciar perdere. Sarà difficile se non lo avete mai fatto prima. Lentamente, un giorno alla volta, siate pazienti, lasciate correre, dimenticate chi vi ha fatto del male, sentirete la vostra forza crescere sempre di più. Se avete difficoltà a lasciar correre, provate con la meditazione. Anche questa pratica è dura perché, mentre meditate, dovete comandare a voi stessi di non pensare a nulla… ma è questo il segreto! La capacità di controllare i propri pensieri, di concentrarsi e di mantenere la mente serena rafforza i muscoli della mente… Questo è il potere segreto della meditazione.

  1. Vivete il momento.

Credo che una delle ragioni della felicità dei bambini e delle coppie alle prime uscite risieda nel fatto che riescono a godersi il momento. Sono concentrati su ciò che sta accadendo sotto i loro occhi e sulla persona che hanno accanto. Quando vivete il momento e date il meglio di voi, vi sentite semplicemente felici. Perché non dovreste? Non avete preoccupazioni per il futuro e non vi sentite tristi per il passato. Prendete ogni ora così come viene, fate ciò che dovete fare e portate a termine i vostri compiti. Smettetela di analizzare tutto eccessivamente e di cercare di prevedere e pianificare le cose a lungo termine. Il cambiamento è l’unica costante della vita. Vivete il momento e fate del vostro meglio.

7.Evitate di analizzare tutto nei minimi dettagli.

Lo facciamo tutti, esaminiamo troppo le cose, le relazioni, la carriera, le nostre finanze. L’analisi eccessiva ci porta a rimuginare su qualcosa, a pensarci continuamente, cercando di scavare sempre più a fondo, perché siamo convinti che ci porterà ad una soluzione, in un modo o nell’altro. Quando abbiamo un dubbio, scandagliare la situazione ci conforta. Nella maggior parte dei casi, non troviamo alcuna risposta ma solo una serie di preoccupazioni. Per evitarlo, abbiamo bisogno di essere più schietti con le persone che ci creano dei dubbi, prendere le cose come vengono e dare ascolto al nostro intuito.

  1. Smettete di preoccuparvi del futuro.

Molti di noi si preoccupano. Ci preoccupiamo del futuro, della nostra carriera, della salute, dello stile di vita, dei soldi e delle persone che amiamo. Lo facciamo perché abbiamo paura, ma preoccuparsi non migliora le cose a meno che non smettiamo subito di farlo e iniziamo a impegnarci per i nostri obiettivi. Se vi preoccupa la vostra salute con l’avanzare degli anni, dovreste iniziare a mangiare in modo sano ed allenarvi regolarmente. Se invece vi preoccupate per i soldi, sarà meglio iniziare a risparmiare per i tempi di magra. Se siete preoccupati per i vostri figli, spronateli a fare qualcosa per aiutarvi ad allentare le vostre tensioni. Ricordate che preoccuparsi per le persone che amate non le farà sentire meglio. Si ripercuoterà sulla vostra salute e sulla vostra pressione sanguigna. I vostri cari dovranno agire da soli, potete solo incoraggiarli e aiutarli ad imboccare la giusta direzione.

  1. Ridimensionate l’ego e siate onesti.

Crediamo che il nostro ego sia una specie di addetto alla sicurezza che protegge la nostra autostima dagli attacchi esterni. Invece, a volte, diventiamo vittime di noi stessi. Succede quando l’ego prende il controllo, ci rende troppo arroganti, guidando le nostre azioni. Così alteriamo la nostra realtà, viviamo in un’illusione. A volte lo facciamo pensando che ci porterà a qualcosa. Altre volte perché ci fa sentire bene con noi stessi. In qualunque caso, lasciare che l’ego diventi il vostro scudo vi farà solo male perché non potete essere davvero voi stessi. Vivete di bugie e, a lungo andare, siete esausti perché state fingendo, attirando persone che si comportano allo stesso modo. Col tempo vi stancherete ed avrete la sensazione che nessuno vi capisca davvero. Allora capirete che non sarete mai davvero felici se non siete onesti con voi stessi e con gli altri.

  1. Tenete aperta la mente.

Una mentalità ristretta vi può ferire più di quanto pensiate perché, per natura, noi esseri umani non amiamo essere criticati. Non ci piace la sensazione di essere in errore perché ci fa sentire respinti e non accettati. Quindi se non avete una mente aperta, vi affidate ciecamente alle vostre idee e convinzioni e vi opponete a chi la pensa diversamente, rischiate di sentirvi molto agitati e inquieti quando avrete a che fare con chi ha opinioni diverse dalle vostre. D’altro canto, se avete una mentalità aperta non vi dispiacerà dare ascolto alle opinioni altrui. Anzi, accoglierete le differenze, vorrete capirle meglio, vi adatterete facilmente e sarete flessibili nell’approccio. Non vi troverete a combattere con voi stessi per accettare gli altri. Sarete a vostro agio con le differenze e favorevoli al cambiamento.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s