quando penso all’estate

22337_1250650918897_181458_n

L’estate è una stagione rilassante. Non riesco a vederla diversamente. Quando penso ai mesi tra giugno e settembre, li immagino accanto al mare, su quella striscia di spiaggia un po’ bagnata e un po’ no,  arieggiata da un venticello gradevole,  seduta comoda ad ascoltare musica e a chiacchierare o a leggere (se un ombrellone regala l’ombra giusta), a guardare dietro le lenti verdi degli occhiali la linea dell’orizzonte e i giochi di luce sull’acqua. Una sensazione di pace dilaga dentro, come un sorriso dolce che si allunga pian piano. Che poi non è detto che l’estate vera sia questa. La realtà, a volte, regala montagna e passeggiate  o lago, o piscina in città, o poltrona morbida di casa e aria condizionata soft; oppure, viaggi brevi o lunghi, stancanti ma appaganti, musei e chiese da visitare e mercatini rionali e piazzette colorate. La realtà regala di tutto un po’ (ma alle cose meno belle non voglio pensare). Regala sole ed acquazzoni improvvisi, notti stellate e nuvoloni che si rincorrono. Lune. Ma quando penso all’estate – non vogliatemene – io penso al mare. Sono appena tornata e già mi manca…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s